Azzardo o non azzardo?

Proviamo a tradurre:
Il restauro è stato possibile grazie ai vostri soldi che avete scommesso e perso.
Forse si può azzardare una interpretazione ulteriore:
Vi istighiamo all’azzardo, ma quando vi “bombardiamo” la mente (cosa che facciamo ovunque e sempre) ricordatevi che il gioco crea dipendenza. Ah… un ultima cosa, voi vi giocate tutto e noi, dopo, usiamo le briciole per farci belli. E voi ci ringraziate pure. E continuate ad osannare gli artisti che nonostante il dono ricevuto, vendono la loro anima alle pubblicità dell’azzardo.
E noi?
Come sempre continuiamo a difendere l’azzardo-sogno di una ricchezza immorale.
Come sempre continuiamo ad accettare e applaudire chi ci istiga a scommettere per poi fare i bravi ragazzi sul palco.
Come sempre continuiamo ad amare ed onorare i nostri carnefici.
Ma perché?
Pace

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *