A volte ritorna

Timur-Vermes-Lui-è-tornato-Bompiani-Milano-634x890

Nel 1949, George Orwell scrive così nel suo 1984: ”…Il lavoro pesante, la cura della casa e dei bambini, le futili beghe coi vicini, il cinema, il calcio, la birra e soprattutto le scommesse, limitavano il loro orizzonte. Tenerli sotto controllo non era difficile…”
E chissà cosa è successo dopo 67 anni? Continua a leggere

2° Dubbio Amletico del 29 maggio 2012

Signor Monti che tutti chiamano presidente, dice che siamo in un momento di grossa crisi e ci invita a sopportare i sacrifici, ok, siamo d’accordo, la nostra società per lungo tempo è vissuta come non poteva e doveva. Ma con tutti questi problemi perché 2 Milioni di Euro al giorno per la sola Guerra in Afganistan? Perché la parata del 2 Giugno? Non possiamo mandarli tutti ad aiutare i terremotati di oggi e quelli di ieri dimenticati, provvisti non di armi e munizioni, non di elmetti o giubbotti antiproiettile, ma di pale, cibo, coperte, tende, ruspe e tutto quello che serve ad una civiltà civile e non ad una civiltà militarizzata, che fa la parata. Ma la parata de che? Che facciamo? La gara con un’altra nazione per vedere chi ce l’ha più grosso? Quante scuole rimettiamo a norma con un giorno di guerra? Quante persone aiutamo invece di fare i bambini che si confrontano il pisellino?

PS: Esiste un limite a tutta questa follia?