Coerenza armata

In uno stato dove un ministro della difesa dice che per amare la pace talvolta bisogna armare la pace (http://www.ansa.it/web/notizie/videogallery/italia/2013/06/26/Mauro-amare-pace-armare-pace_8934160.html), in uno stato dove un ministro della difesa, in un momento ci crisi mondiale, non solo economica, ma soprattutto umana, dice che gli F35 da acquistare non sono 150 ma solo 90, parlando di responsabilità passate e di Costituzione che prevede che noi dobbiamo essere armati, senza dare un suo parere personale, del tipo “io penso che dovremmo comprarli” oppure “io penso che non dovremmo comprarli” (http://video.repubblica.it/dossier/governo-letta/ministro-mauro-f35-discuteremo-del-numero-ma-le-forze-armate-devono-essere-armate/133641/132157),in uno stato in cui il consiglio supremo di difesa dice che il Parlamento non ha diritto di veto a riguardo(http://www.repubblica.it/politica/2013/07/03/news/consiglio_difesa_f35_no_veto_parlamento-62316450/?ref=HREC1-1),
ci chiediamo perché c’è tanto clamore nel vedere De Gennaro a capo di Finmeccanica? (http://www.repubblica.it/economia/2013/07/03/news/de_gennaro_sar_presidente_di_finmeccanica_c_l_accordo_tra_letta_e_saccomanni-62301584/)

Continua a leggere

Ma il Ministro Mauro è un Ossimorologo?

Un Ministro dello Stato dovrebbe essere eletto dal popolo per le sue qualità intellettuali e empiriche e pragmatiche, per la sua intelligenza, perspicacia (a Bologna si direbbe per lo “sbuzzo” o “usta”), per una marea di altre caratteristiche che lo elevano rispetto alla massa e per una visione a lungo termine dove indirizzare la comunità.
Ora abbiamo preso le parole del ministro della difesa Mauro senza aggiungere di proposito alcuna punteggiatura per evitare di inquinare queste perle di saggezza (qui il video: http://www.ansa.it/web/notizie/videogallery/italia/2013/06/26/Mauro-amare-pace-armare-pace_8934160.html): “Il parlamento ha compreso che per amare la pace la pace in alcune circostanze già fissate dalla costituzione non bisogna esitare ad armare la pace e questa scelta si riflette non in una esibizione muscolare perché questi aerei serviranno solo a sostituire quegli aerei troppo vecchi e ormai destinati ad andare in pensione”.

Caro Egregio Spettabile Gentile Ministro Mauro (a parte Ministro Mauro, le altre parole usate sono solo per buona educazione, in chiave leggermente ironica), chissà quanto ci ha pensato a formulare questa frase?
Chissà se si è reso conto che la accompagnerà per sempre?
Ma andiamo con ordine.

Continua a leggere