Anno nuovo, vita dignitosa per tutti.

Epifania
Cari, ma soprattutto care, buon 2016!
Come ogni gruppo che si rispetti, anche il nostro collettivo ha deciso di fare gli auguri,
tranquilli, nessun articolo, nessuna parola, nessuna denuncia sociale,
anche noi abbiamo staccato e quindi deleghiamo ad altri artisti.
La nostra playlist:
– Natale: “SuperSanta” degli OrcoMondo
– Discorso dell’ultimo dell’anno: il solito Natalino Balasso
– Per il nuovo anno  “Il paese delle favole” dei FEV, una sorta di Imagine dal gusto emiliano, intenso e profondo, ma sempre condito con quella sana dose di ironia da rendere ogni cosa la più semplice del mondo, quindi anche l’utopia, che noi condividiamo e auguriamo a tutte e tutti voi. E noi.
– Dopo il brindisi e le danze, tutti a letto, ma prima la “Ninna Nanna” dei Mulini a Vento
– E per l’Epifania? “I Re Magi” di Dario Fo
Pace

Auguri e Pace per un “Paese delle favole”

Come tutti, anche noi vogliamo fare e farci gli auguri.
E lo vogliamo fare dicendo solo cose belle.
E lo facciamo raccontandovi una favola di Natale.

Il 22 Dicembre, due giorni fa, eravamo alla Casa della Pace “La Filanda” di Casalecchio di Reno (BO) ad ascoltare il concerto degli amici e compagni Mulini a Vento, l’ennesima occasione di ascoltare e cantare per innaffiare l’anima e mantenerla resistente.
Poi la sorpresa natalizia, Babbo Natale che ci porta degli ospiti inaspettati, un gruppo a noi sconosciuto (l’ignoranza è sempre senza fine), i FEV (Falce E Vinello) che hanno contribuito alla bellissima serata con un paio di canzoni che ci sono entrate subito dentro. Li abbiamo ovviamente conosciuti e (ovviamente) abbiamo colto l’occasione per barattare le nostre utopie.

Oggi 24 Dicembre, indipendentemente dal credo o non credo o me ne frego, rispettiamo l’usanza, la cultura e l’occasione per farci e farvi i migliori auguri, e lo facciamo attraverso le parole e la musica dei FEV, una sorta di Imagine dal gusto emiliano, intenso e profondo, ma sempre condito con quella sana dose di ironia da rendere ogni cosa la più semplice del mondo, quindi anche l’utopia, che noi condividiamo e abbracciamo forte.

Auguri e Pace

 

 

I nostri dieci raccomandamenti di Natale

Avrai un dubbio. O no?

Ormai ci siamo, l’aria è frizzante, luci, colori, musica, manca solo la neve.
Poi il Natale è perfetto.
Ma viste le notizie brutte che non fanno bene alle feste imminenti e visto un Benigni pio e buono come mai prima, ci permettiamo anche noi di darvi qualche consiglio natalizio, stilando i nostri dieci raccomandamenti di Natale.

1) Non ragionare sulla qualità, ma sulla quantità e sul prezzo.
2) Non essere cattivo con quelli come te.
3) Non leggere.
4) Non uscire (che si prende freddo).
5) Non andare al cinema.
6) Non andare per musei.
7) Non farsi rovinare le feste dai problemi del mondo.
8) Non informare se stessi e gli altri.
9) Non andare a teatro.
10) Credere nel Potere.Per i più curiosi, ecco qui le istruzioni per l’uso, una per una.

Continua a leggere