Auguri e Pace per un “Paese delle favole”

Come tutti, anche noi vogliamo fare e farci gli auguri.
E lo vogliamo fare dicendo solo cose belle.
E lo facciamo raccontandovi una favola di Natale.

Il 22 Dicembre, due giorni fa, eravamo alla Casa della Pace “La Filanda” di Casalecchio di Reno (BO) ad ascoltare il concerto degli amici e compagni Mulini a Vento, l’ennesima occasione di ascoltare e cantare per innaffiare l’anima e mantenerla resistente.
Poi la sorpresa natalizia, Babbo Natale che ci porta degli ospiti inaspettati, un gruppo a noi sconosciuto (l’ignoranza è sempre senza fine), i FEV (Falce E Vinello) che hanno contribuito alla bellissima serata con un paio di canzoni che ci sono entrate subito dentro. Li abbiamo ovviamente conosciuti e (ovviamente) abbiamo colto l’occasione per barattare le nostre utopie.

Oggi 24 Dicembre, indipendentemente dal credo o non credo o me ne frego, rispettiamo l’usanza, la cultura e l’occasione per farci e farvi i migliori auguri, e lo facciamo attraverso le parole e la musica dei FEV, una sorta di Imagine dal gusto emiliano, intenso e profondo, ma sempre condito con quella sana dose di ironia da rendere ogni cosa la più semplice del mondo, quindi anche l’utopia, che noi condividiamo e abbracciamo forte.

Auguri e Pace

 

 

Si è partiti da casa la mattina del 25 Aprile, ma siamo arrivati in Piazza Maggiore che era il 4 Novembre. Forse Carnevale: il malcostume che soffoca una Memoria agonizzante.

25 Aprile 2015
Non si dovrebbe mai saltare questo appuntamento, ma questo 25 Aprile è più speciale, l’Italia liberata compie 70 anni.
Se poi ci aggiungiamo che il periodo storico ha bisogno di coscienza, di anima e di resistenza come l’aria, beh… non si può proprio mancare. Quindi ci organizziamo.
Sveglia, musica partigiana di sottofondo, doccia, colazione, i più fortunati hanno fatto pure l’amore e poi via, tutti carichi, chi a piedi, chi in bus, chi in bici, comunque tutti in Piazza Maggiore. Punta ore 9.30. Puntuali. Ma non puntuali come sempre, stavolta veramente puntuali, la Resistenza non può e non deve aspettare.

Continua a leggere