Festa dell’Unità? No, Luna Park o Fiera Campionaria. Ok, ci siamo: “Parco della Fiera del PD: Infertility idee”

Fertili Dei?

Chiamateci nostalgici, faziosi, antichi, retrogradi, retorici, vecchi, chiusi, ottusi e chi più ne ha più ce ne dica. Nessun problema, davvero.
Di sicuro, e questo ce lo diciamo da soli, non siamo indifferenti. O come diceva il piccolo occhialuto, quasi quasi un secolo fa, siamo indifferenti mai. E per questo scriviamo.

Il 2 Settembre sera siamo stati in quella si chiama Festa dell’Unità, al Parco Nord di Bologna, sede storica della Festa Rossa nella Rossa Città che ormai appare solo sbiadita, grazie alle tegole che tengono vivo questo colore fuori moda.

Prima di tutto la mappa ufficiale ci mostra il sottotitolo di quest’anno: “Il senso delle idee”.
Allora curiosiamo dentro a questa mappa per vedere la planimetria di questa agorà divisa in sottogruppi: Continua a leggere

A volte ritorna

Timur-Vermes-Lui-è-tornato-Bompiani-Milano-634x890

Nel 1949, George Orwell scrive così nel suo 1984: ”…Il lavoro pesante, la cura della casa e dei bambini, le futili beghe coi vicini, il cinema, il calcio, la birra e soprattutto le scommesse, limitavano il loro orizzonte. Tenerli sotto controllo non era difficile…”
E chissà cosa è successo dopo 67 anni? Continua a leggere

Anno nuovo, vita dignitosa per tutti.

Epifania
Cari, ma soprattutto care, buon 2016!
Come ogni gruppo che si rispetti, anche il nostro collettivo ha deciso di fare gli auguri,
tranquilli, nessun articolo, nessuna parola, nessuna denuncia sociale,
anche noi abbiamo staccato e quindi deleghiamo ad altri artisti.
La nostra playlist:
– Natale: “SuperSanta” degli OrcoMondo
– Discorso dell’ultimo dell’anno: il solito Natalino Balasso
– Per il nuovo anno  “Il paese delle favole” dei FEV, una sorta di Imagine dal gusto emiliano, intenso e profondo, ma sempre condito con quella sana dose di ironia da rendere ogni cosa la più semplice del mondo, quindi anche l’utopia, che noi condividiamo e auguriamo a tutte e tutti voi. E noi.
– Dopo il brindisi e le danze, tutti a letto, ma prima la “Ninna Nanna” dei Mulini a Vento
– E per l’Epifania? “I Re Magi” di Dario Fo
Pace

Auguri e Pace per un “Paese delle favole”

Come tutti, anche noi vogliamo fare e farci gli auguri.
E lo vogliamo fare dicendo solo cose belle.
E lo facciamo raccontandovi una favola di Natale.

Il 22 Dicembre, due giorni fa, eravamo alla Casa della Pace “La Filanda” di Casalecchio di Reno (BO) ad ascoltare il concerto degli amici e compagni Mulini a Vento, l’ennesima occasione di ascoltare e cantare per innaffiare l’anima e mantenerla resistente.
Poi la sorpresa natalizia, Babbo Natale che ci porta degli ospiti inaspettati, un gruppo a noi sconosciuto (l’ignoranza è sempre senza fine), i FEV (Falce E Vinello) che hanno contribuito alla bellissima serata con un paio di canzoni che ci sono entrate subito dentro. Li abbiamo ovviamente conosciuti e (ovviamente) abbiamo colto l’occasione per barattare le nostre utopie.

Oggi 24 Dicembre, indipendentemente dal credo o non credo o me ne frego, rispettiamo l’usanza, la cultura e l’occasione per farci e farvi i migliori auguri, e lo facciamo attraverso le parole e la musica dei FEV, una sorta di Imagine dal gusto emiliano, intenso e profondo, ma sempre condito con quella sana dose di ironia da rendere ogni cosa la più semplice del mondo, quindi anche l’utopia, che noi condividiamo e abbracciamo forte.

Auguri e Pace

 

 

Buon Anno Sociale e Collettivo

Il collettivo ha deciso di augurarvi/ci un 2013 speciale.
Ci/Vi auguriamo:
un 2013 pacifico,
un 2013 onesto,
un 2013 coerente,
un 2013 schierato,
un 2013 con la testa alta,
un 2013 pieno di memoria,
un 2013 coraggioso,
un 2013 intellettualmente e culturalmente rivoluzionario.

Per questo motivo vogliamo farlo ricordando tre esempi diversi, ma con lo stesso obiettivo.

Giuseppe (Pippo) Fava e tutta la redazione de “I Siciliani”, originale e pure quella nuova
– la storia: http://www.youtube.com/watch?v=5bHmbKu-Y68
– l’ultima intervista: http://www.youtube.com/watch?v=2a89Km8mGi0
– documentario biografico: http://www.youtube.com/watch?v=e6qg6TgnFbk

Pino Maniaci e tutta la redazione di Telejato
– documentario: http://www.youtube.com/watch?v=97mYPLRRpEE
– un esempio di resistenza: http://www.youtube.com/watch?v=1RLkIARJ2OA

Piero Ricca e tutta la redazione di Qui Milano Libera
– perla di saggezza in mezzo al fango altrui: http://www.youtube.com/watch?v=ZvurMI1FVNM

E per chi se ne fosse dimenticato:
– come siamo cresciuti: http://www.youtube.com/watch?v=TvQeY9CF00k
– in cosa il nostro paese e popolo si è identificato per più di due decenni:http://www.youtube.com/watch?v=CjoPuxbKC9s
– le cose non sono cambiate, perché noi non siamo ancora cambiati,
alza la testa: http://www.youtube.com/watch?feature=endscreen&NR=1&v=shjgsy9PiG0

Non solo gli unici, ma solo tre esempi in una marea di gente che fa il suo dovere e che, in mezzo a questa società malata, corrotta e criminale, risultano eroi. Sono persone normali che hanno deciso semplicemente di non abbassare la testa e di cercare di essere il più coerente possibile con i propri principi.

E come augurio finale di Buon Anno vi lasciamo con le parole di Pippo che disse agli studenti di Catania dei primi anni 80:
“Tutto quello che vi accadrà nella vita dipenderà da come voi sarete capaci di stare con la mafia o di lottare contro la mafia. E allora, se tutto quello che è accaduto negli ultimi 100 anni non è accaduto inutilmente, se la cultura ha un valore, se il senso della libertà corrisponde veramente al senso della dignità dell’uomo, allora per dio voi dovete lottare”

Pace

PS: Vi aspettiamo Sabato 19 Gennaio, alle ore 21, allo spettacolo “Resistenza: Ieri, Oggi, Domani” dei Mulini a Vento, con la straordinaria partecipazione delle Mondine di Bentivoglio, presso il Centro Montanari, Via Saliceto 3 (Bologna), 051.4125057,  ingresso sociale 5 Euro.

 

Grazie!!!!!

Grazie ai Mulini a Vento e alle sue anime vogliose di aggregare e unire le persone con la loro sorridente ospitalità, alla Libreria Lo Stregatto, ennesima Libreria Partigiana della Cultura, per appoggiare il nostro progetto, tutti i partecipanti, volontari e non, e i Ragazzi (di una volta) per l’affetto e il passaparola senza fine.

Pace