Ehi, Bologna? C’è qualcuno in casa? Ritorno ad un pericoloso passato

Bologna_1921_Sede_della_Lega_dei_Braccianti_devastata_da_una_azione_squadrista

Bologna la grassa, la dotta, la rossa…
Anche Guccini la canta così.
Quando andiamo in giro, appena sentono da dove veniamo, la reazione è sempre la stessa: Bologna piace.
E noi?
Ci siamo stancati di sentire complimenti che la nostra città, purtroppo, non merita più.

Continua a leggere

Domenica 2 Agosto 2015: un solo applauso.

2 Agosto 2014: Non avranno più i nostri applausi

Questo non è una manifestazione, tanto meno un flashmob. E’ solo un gruppo di persone, di Bologna e non, del Collettivo e non, che hanno deciso di unirsi e condividere. Ci troveremo sulla collinetta della Piazza della Stazione (Piazza Medaglie d’Oro) verso le 9.45. Ognuna con il suo fazzoletto macchiato. Questo non vuol essere un invito ad unirsi, ma un invito a tutte le persone a non sentirsi escluse. Anche perché più siamo, più il nostro silenzio si farà sentire.

Continua a leggere

Si è partiti da casa la mattina del 25 Aprile, ma siamo arrivati in Piazza Maggiore che era il 4 Novembre. Forse Carnevale: il malcostume che soffoca una Memoria agonizzante.

25 Aprile 2015
Non si dovrebbe mai saltare questo appuntamento, ma questo 25 Aprile è più speciale, l’Italia liberata compie 70 anni.
Se poi ci aggiungiamo che il periodo storico ha bisogno di coscienza, di anima e di resistenza come l’aria, beh… non si può proprio mancare. Quindi ci organizziamo.
Sveglia, musica partigiana di sottofondo, doccia, colazione, i più fortunati hanno fatto pure l’amore e poi via, tutti carichi, chi a piedi, chi in bus, chi in bici, comunque tutti in Piazza Maggiore. Punta ore 9.30. Puntuali. Ma non puntuali come sempre, stavolta veramente puntuali, la Resistenza non può e non deve aspettare.

Continua a leggere

Lettera al Sig.Bondi

L’oppositore al regime Sandro Pertini, futuro Compagno Pert, Padre Costituente e Presidente di tutti, nella sua lettera di rifiuto alla grazia per la sua prigionia a Pianosa, dice che tiene più alla sua fede politica che alla sua stessa vita.
Noi del Collettivo, ovviamente influenzati da maestri come lui, mettiamo il nostro pensiero, la nostra etica, la nostra morale e la nostra politica come base vitale di noi stessi.
Per questo non parliamo degli attuali politici italiani, perché li reputiamo non degni di questa definizione, ma di ben altre.
Poi, ogni tanto, cadiamo in tentazione.
Noi cerchiamo di resistere, ma quando sentiamo parlare di guerra non possiamo e non vogliamo esimerci. Indifferenti Mai, ovvero Partigiani Sempre.

Continua a leggere

2 Agosto 1980-2013: un solo applauso.

Per non dimenticare.

Per non dimenticare eravamo in Stazione.
Per non dimenticare eravamo insieme a tutta la città.
Per non dimenticare il 2 Agosto 1980.
Per non dimenticare 85 vittime e 200 feriti.
Per non dimenticare che lo Stato non ci è mai stato,
o forse ci è stato per depistare
o forse ci è stato proprio per organizzare.
Caldo come quel giorno.
E come ogni giorno giudichiamo.

Continua a leggere